9
1851

Il miglior smartphone rugged per il 2019 è l’OUKITEL WP1-2019

In questo articolo MONDOLISTA parlerà di smartphone rugged e descriveremo, in maniera dettagliata, quella che è la recensione di un modello molto acquistato che è l’OUKITEL WP1-2019, considerato il migliore del 2019 tra tutti quelli di questa categoria.

Noi abbiamo preso in considerazione smartphone inferiori ai 200 euro come suggerito da S-M WebBlog  ma prima vorremmo spiegarvi cosa sono gli smartphone rugged.

Cosa sono gli smartphone rugged?

Quando si parla di smartphone rugged noi stiamo parlando di quei modelli che fanno la differenza per resistenza. cioè quelli davvero che resistono a tutto, che si possono portare in acqua, che possono cadere su degli oggetti acuminati, che possono resistere a temperature molto rigide o molto calde.

Sono oggetti da cantiere, sono oggetti che sono decisamente fondamentali per quegli esploratori che amano mettere alla prova il loro corpo in delle imprese impossibili.

Uno smartphone rugged è uno smartphone rude ma anche forte

Essendo un cellulare così resistente ha anche una batteria molto più lunga del normale e non possiamo non considerare molto interessante il fatto che non subisca sbalzi di temperatura.

Non sono cellulari da città, non conviene comprare un modello del genere se non viviamo delle condizioni estreme ma è un cellulare che fa il suo dovere e che ha una corazza che fa la differenza e che cambia il nostro modo di considerare gli smartphone semplici e fragili.

Differenza tra smartphone rugged cinesi e non cinesi

Dobbiamo dire che forse il più grande problema che sia i telefonini cinesi che quelli non cinesi hanno sia quella dell’impermeabilità che per quanto sia comunque decisamente garantita non permette chissà quale grande affidabilità all’acquirente che ha proprio bisogno di un cellulare che sappia resistere all’acqua.

SmartPhone Rugged Cinesi: più economici ma anche di qualità?

In più non possiamo non considerare più che interessante il discorso prezzo che ci permette di considerare i modelli cinesi decisamente più economici e che, con il passare del tempo, sono diventati dei cellulari davvero parecchio competitivi dal punto di vista della tecnologia, dell’estetica e del software.

Quindi, in generale, non abbiamo poi così tante differenze tra un modello e un altro se non fosse per il prezzo e forse per qualche particolare estetico meno grezzo nelle marche quelle più conosciute.

Recensione Oukitel WP1-2019 Rugged

Quando parliamo di Oukitel WP1-2019 Rugged parliamo di un smartphone Android 8.0 che è molto particolare e che ha delle peculiarità ancora più particolari.

Va anche detto che fisicamente ricorda moltissimo un iPhone 6 Plus e tranne uno spessore più alto e il riposizionamento di quello che è il sensore per le impronte esteticamente è decisamente simile.

Recensione OUKITEL WP1-2019: la batteria può durare fino a 25 giorni in standby

Quindi possiamo dire che non c’è nessun passaggio visivo che mostri chissà quante differenze. Ci sono piccole differenze anche nelle app più comuni ma ci si accorge dei limiti per i giochi e il software 3d, cioè quei tipi di prodotto in cui serve un’elaborazione grafica differente.

Esteticamente è simile alle ultime generazioni di iPhone, quindi sul lato sinistro troviamo quelli che sono i tasti del volume, sul lato destro c’è il tasto per lo standby, sul lato inferiore abbiamo una porta microUSB, uno speaker e un microfono, sul lato superiore abbiamo quello che è il jack per le cuffie, poi c’è sul lato anteriore l’altoparlante, il sensore di prossimità e la fotocamera.

Sul lato inferiore, questo modello Outikel, dispone di 3 tasti capacitivi. Sul retro ci sono flash led, fotocamera e sensore per le nostre impronte digitali.

Quello che davvero sconvolge di questo telefono è la resistenza agli urti di questo cellulare e la sua batteria da 5000 mAh che permette 40 ore di conversazione e 25 giorni in stand by.

E’ incontenibile, per coloro che lo hanno usato e lo usano, la bellezza di avere un prodotto che è impermeabile fino a 10 metri per due settimane e resiste agli urti, alla polvere e a condizioni atmosferiche davvero fuori dal comune, quindi sia al gran caldo che al freddo polare.

La capacità di ricarica veloce, poi, permette al telefonino di ricaricarsi da 0 all’80 per cento in meno di 35 minuti.

La fotocamera Sony da 13 mp posteriore e quella anteriore da 5 mp permette delle foto molto interessanti, anche in condizioni, come dicevamo prima, non di certo eccezionali dal punto di vista meteorologico.

Moltissimi usano questo cellulare per fare foto subacquee di un certo livello di suggestione.

Riesce ad essere, poi, un modello molto veloce, con 4 giga di Ram che fanno viaggiare molto velocemente, appunto, anche la connessione e l’apertura di pagine su pagine a ripetizione.

Per un cellulare che costa 170 euro non penso ci si possa aspettare di meglio, soprattutto se parliamo di un modello, come questo, che è in grado di fare la differenza durante un’escursione e in condizioni certamente difficili per tutti coloro che partecipano a questa avventura fuori dalla città e dai sentieri conosciuti.

  • smartphone velocissimo
  • resistente agli urti, alla polvere e agli sbalzi improvvisi di temperatura
  • impermeabile fino a 10 metri (può resistere sott’acqua, senza rompersi, circa 15 giorni)
  • batteria super potente da 5000 mAh (regge 40 ore di conversazione e circa 25 giorni di stand by in condizioni estreme)
  • ricarica veloce in circa 35 minuti

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply