16
32

Toner stampante: come scegliere quello giusto

Il mondo della tecnologia riserva ogni giorno sorprese interessanti e che strizzano l’occhio al futuro, ma nella quotidianità del proprio lavoro spesso ci si ritrova ad affrontare problematiche legate alla tecnologia più basilari ma le quali allo stesso tempo possono far perdere diverso tempo.

Uno dei piccoli problemi quotidiani è sicuramente quello del toner della propria stampante; questo infatti non solo necessita di singolari metodi per la sostituzione ma alle origini della sua compera pone diversi interrogativi.

Oggi proveremo a capire come scegliere e acquistare il toner stampante giusto per i propri bisogni.

Toner giusto, giusta stampante

Prima di cimentarsi nella ricerca del toner perfetto per le proprie necessità è bene essere coscienti del fatto che alcune stampanti hanno la capacità di supportare solo il toner proprietario, mentre alcuni toner sono universali e quindi si possono installare su diverse tipologie di stampanti.

Una volta accertato della compatibilità del toner con la stampante è bene porsi la domanda: quale tipologia di toner acquistare? Per fortuna infatti esistono diverse tipologie di toner, che per convenzione vengono raggruppate in queste categorie: Toner normali, Toner per foto professionali, Toner per copie veloci e per finire con Toner rigenerati.

A seconda della qualità e della marca, i toner possono essere reperiti in soluzioni diverse, da quelli economici a quelli di altissima qualità. Oggi vedremo insieme proprio qual è il toner adatto alle proprie esigenze, cercando di ottimizzare il rapporto qualità-prezzo.

Prima di scegliere un toner

Quando si è di fronte alla scelta di un toner di qualità, uno dei fattori più importanti da tenere in considerazione è la quantità di fogli che il toner può stampare; infatti a differenza delle classiche cartucce che permettono di stampare un numero non eccessivo di fogli, il toner dà la possibilità di moltiplicare questo valore esponenzialmente.

Come tutte le cartucce, però, anche i toner si differenziano tra loro per la capacità di numero di stampe; importante quindi porsi di fronte alla questione della necessità di cui si ha bisogno.

Nel momento in cui si ha necessità di stampare un grande numero di fogli ad una qualità non eccelsa, in quel caso si può optare per un toner di fascia media che possa ricoprire quel numero di stampe; nel caso in cui invece si ha necessità di stampare poco ma ad altissima qualità, si consiglia di scegliere un toner di fascia alta e che abbia un costo maggiore pur rinunciando ad un numero di copie maggiore.

In entrambi i casi la praticità e la soggettività sono elementi fondamentali, è importante ricordare che il rapporto tra qualità e quantità è inversamente proporzionale se si punta sulla stessa fascia di prezzo. Nel caso in cui non si bada a spese, un prodotto di fascia alta può garantire sia la qualità che la quantità.

La qualità può fare la differenza

Come accennato, la differenza maggiore tra un toner ed un altro può essere riassunta nella qualità del toner stesso; qualità che nella praticità si manifesta sulla qualità della stampa.

Se si ha necessità di stampare fotocopie o fogli di poca importanza, allora il concetto di qualità può essere valicato, ma nel caso in cui si ha necessità di stampare documenti importanti o fogli di una certa qualità sia di grammatura che di lucentezza, allora non si può accettare un toner che produca sbavature o colori sbiaditi. Come scegliere quindi quello giusto?

Sicuramente in commercio vi sono marche più prestigiose di altre, questo è certamente un buon punto di partenza se si cerca un toner di qualità; ma è bene stare sempre attenti al costo a cui viene commercializzato, in molti casi il costo elevato non rappresenta la qualità effettiva del prodotto. Si consiglia infatti di visionare da vicino se è possibile le stampe, così da poter farsi un’idea della qualità complessiva dei colori prodotti dopo l’asciugatura o altrimenti basarsi sulle recensioni espresse da eventuali altri compratori.

Vantaggi e svantaggi di un toner

Tra i punti di forza del toner vi è, oltre al già citato predominio del numero di stampe su una classica cartuccia, anche quello di poter acquistare delle cartucce toner compatibili.

Come nel caso delle cartucce classiche, anche qui il risparmio è notevole a discapito però della qualità; è infatti stimato un risparmio complessivo di circa il 50%, ma questo significativo vantaggio ha l’altra faccia della medaglia che mostra un’esponenziale diminuzione della qualità di stampa.

Si consiglia, quindi, di optare per toner originali se si ha bisogno di una stampa altamente precisa, ma è altrettanto utile conoscere che sul mercato è possibile trovare prodotti compatibili che si avvicinano enormemente alla qualità degli originali.

Riassumendo:

  • Pro:
    1. Numero di copie elevato;
    2. Qualità di stampa;
    3. Poca manutenzione.
  • Contro:
    1. Costo elevato;
    2. Compatibilità limitate.

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply