2
23

Aria condizionata o deumidificatore? Dipende da ……

Sei indeciso se acquistare un condizionatore che nei mesi caldi ti fa affrontate meglio l’afa con la sua aria condizionata, oppure vuoi avere un deumificatore che ha un’azione purificatrice dell’aria?

Per fare la tua scelta giusta devi pensare alle tue esigenze ed anche alla spesa che vuoi affrontare.

Quindi se sei una persona che consulta con attenzione le bollette affronta questa spesa con riflessione.

Il condizionatore quanto consuma?

Un condizionatore consuma tanto poiché la maggior parte dell’elettricità è adoperata per far lavorare il condensatore che raffredda l’aria, mentre il resto viene adoperato nel far girare la ventola dell’unità esterna.

Certamente starai fresco a casa tua però devi sapere che… se hai acceso il condizionatore per 8 ore al giorno per 4 mesi il consumo in questo periodo sarà circa 1.000-2.000 kWh “di cui suppergiù 1/10 solo per alimentare la ventola”, che supponendo un spesa dell’energia elettrica di 0,22 euro/kWh corrisponde a una spesa di 220-440 euro per stare freschi il periodo estivo.

Il deumidificatore quanto consuma?

Il deumidificatore ha un consumo elettrico che varia da circa 200 watt fino a 350 watt, per spiegarmi meglio, ti voglio dire che l’elettricità di questo apparecchio si può paragonare a 2 o 3 classiche lampadine accese. Per fare qualche calcolo posso supporre che usufruendo di un deumidificatore acceso per 12 ore al giorno per un mese intero la somma per l’energia elettrica è di circa 10 euro.

Differenza fra il deumidificatore ed il condizionatore

Questi due elettrodomestici hanno due sistemi di raffreddamento diversi: il deumidificatore “asciuga” l’umidità presente nell’aria, mentre il condizionatore svolge il suo lavoro sull’ambiente e lo raffredda con il suo getto d’aria.

Pro del deumidificatore

Prima di tutto il deumidificatore è meno aggressivo per il nostro corpo, è ottimo d’inverno per diminuire la sensazione del freddo, principalmente se viene impiegato in ambienti particolarmente umidi in più purifica dell’aria da pulviscoli, batteri e pollini, elimina le muffe e cattivi odori.

Pro dell’ aria condizionata

Per un buon funzionamento del condizionatore che ti “regala” l’ aria condizionata, devi stare attento alla tua salute, quindi e per evitare torcicolli raffreddori, mal di schiena, oppure anche dolorosi mal di testa, per il passaggio al freddo che sottoponi al tuo corpo, questo apparecchio non deve superare mai i 6 gradi di differenza da quella esterna. Un’ulteriore attenzione da considerare è non puntarsi addosso il flusso d’aria fredda. La soluzione ottima è avere il condizionatore perlomeno due metri distanzi dalla stanza in cui stai più tempo

 Conclusione

Sono pienamente d’accordo con voi che state pensando che il condizionatore ha il vantaggio di raffreddare rapidamente l’aria…però consuma tantissimo.

Il deumidificatore consuma poco ma vi fa vivere in un ambiente fresco e pulito.

Quindi quale sarà la vostra scelta?

Da che dipenderà il tuo acquisto?

Se vogliamo pensare i consumi di energia elettrica, la bilancia favorisce il deumidificatore, se vogliamo stare gelati allora non pensiamo al consumo di bolletta e compriamo il condizionatore.

Mi auguro che con questa mini guida vi ho tolto ogni dubbio ed ora sapete cosa acquistare, comunque se non volete spendere tanto per il vostro deumidificatore o per il condizionatore tante volte i grossi negozi di elettrodomestici metto anche delle offerte, quindi per l’acquisto puoi risparmiare un pochino, ricordatevi di comprare sempre i modelli che hanno classe energetica A+++, sono i più recenti.

 

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply